Al Mic caccia multimediale ai tesori del cinema

A Milano prosegue la “Caccia ai tesori del cinema”.

Se non ne avete ancora approfittato, non perdetevi il percorso multimediale che vi guida alla scoperta di grandi capolavori custoditi nelle segrete del Museo Interattivo del Cinema (MIC) in viale Fulvio Testi, presso la Manifattura Tabacchi, con la collaborazione di Epson. Un luogo che trabocca storia e fascino, con i primi filmati dei fratelli Lumiére, ma anche modernità e innovazione con i premi Oscar più recenti, come La Grande Bellezza, e smartglass di ultima generazione con cui tuffarsi nelle scene più famose del grande schermo.

Con la realtà aumentata, infatti, è possibile godersi pellicole come non le abbiamo mai viste: Indiana Jones, Titanic, ET e molti altri.

Quanto ne sapete di cinema? Quanti classici siete in grado di identificare? Durante la caccia al tesoro il pubblico deve riconoscere cinquanta titoli nascosti tra le oltre venticinquemila pellicole conservate quindici metri sotto terra. Il tesoro da scoprire è segreto e ha un valore inestimabile!

L’universo del MIC si estende su trecento metri quadrati di spazio dedicati al cinema, con mappe, lavagne e schede interattive che permettono al visitatore di compiere una full immersion originale in questo fantastico mondo. E’ una iniziativa della Cineteca Italiana, che svolge a Milano attività di conservazione e valorizzazione del patrimonio filmico dal 1947, e di Regione Lombardia.

La prenotazione è obbligatoria e le visite possono essere organizzate venerdì, sabato e domenica: alle 15.30 e alle 17.30. Biglietto intero € 5,50 – ridotto € 4,00. Il biglietto è valido anche per la proiezione giornaliera e la visita al museo.

Per informazioni:  02 87242114 – www.cinetecamilano.it

Valentina Colombo

Scrivere è tornare ogni volta sulla mia isola felice. Le parole che prendono forma su un foglio bianco sono una composizione magica. Così a un certo punto inizio a scrivere comunicati stampa e, dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, divento giornalista. Le mie ancora di salvezza nella vita quotidiana sono i libri e la cucina. Mi piacciono i contrasti, sono pigra ma curiosa, amo mettermi alla prova. Come ora, nel ricomporre l’immagine della mia Milano in cui sono nata e cresciuta.

No Comments Yet

Comments are closed