Barona, la street art delle serrande riscopre il quartiere

Il quartiere periferico è da qualche settimana colorato da serrende diventate opere d’arte.

Una mostra d’arte sul quartiere Barona di Milano. Ma non in una galleria al chiuso: sulle saracinesche e sui muri del quartiere stesso. Il progetto di riqualificazione dello spazio esterno del mercato e dei portici è stato organizzato dal Municipio 6 con Artkademy: si chiama Arteteca e ha oltre 400mq di opere distribuite su 34 saracinesche.

L’idea nasce sulla spinta di dare identità a un luogo, raccontarne una storia. Il passato, il presente e il futuro del quartiere raccontato sulle serrande del Mercato Comunale, perchè “arte e cultura sono tratti da sempre legati e fondamentali per l’identità di un gruppo sociale e di identificazione di un luogo”, come spiegano gli ideatori del progetto, cioè l’associazione culturale Artkademy Officina in collaborazione con le associazioni We Run The Streets e Artefice.

Grazie al coinvolgimento di una comunità interessata e alla sua partecipazione attiva, le attività di rigenerazione urbana e riqualificazione non solo hanno le richieste culturali e di significazione dei luoghi ma hanno prodotto anche una memoria e una pratica ecologica. Sono stati realizzati, così, con la collaborazione di artisti affermati nel panorama nazionale e internazionale, 34 serrande del Mercato Comunale, vero fulcro del quartiere Barona, in un’ottica rigenerativa e riqualificativa che prevede anche la decorazione di tutte le superfici murarie dello stesso.

Un’unica grande opera che racconta il passato del quartiere: popolare legato alle risaie, alla nebbia. Il presente è complesso e difficile ma con la voglia di rifiorire si avrà un futuro “roseo, vivo, che nasce da piccoli ma forti interventi riqualificativi come questo grazie al grande potenziale umano e alla realtà sociale presente sul territorio- hanno scritto nel progetto di presentazione che ha vinto il bando Arteteca Sant’Ambrogio.

Il fil rouge ideato virtualmente collega tra loro le serrande è caratterizzato dalle cromie, gli inserimenti grafici e dalla realizzazione in calligrafico della scritta Barona, segno distintivo e di appartenenza per chi ogni giorno vive il quartiere. Sono stato organizzati anche due workshops creativi, tenuti da un’educatrice in collaborazione con due artisti: grazie all’interazione con la realtà dei passanti, gli abitanti della zona e i giovani del quartiere, quest’ultimi sono stati parte attiva nella realizzazione di una delle opere.

“Una mostra d’arte sulla Barona che aprirà ogni sera quando chiudono i negozi”, ha sintetizzato il presidente del Municipio Santo Minniti, in occasione della recente inaugurazione.

 

No Comments Yet

Comments are closed