Cultura a misura di bambino nel mare culturale urbano di Milano

Milano a fine luglio si trasforma nel paese dei balocchi.

Dal 25 al 31 luglio via Giuseppe Gabetti 15 (zona via Novara) potrete davvero dire ai vostri bambini: dopo andiamo al mare? Questo il titolo della rassegna estiva organizzata da mare culturale urbano con appuntamenti speciali dedicati a laboratori, musica, cucina, circo e teatro che faranno felici anche i grandi.

il futuro era ora_ph gaia giani (2)

Il campo estivo segue il filo conduttore “Il futuro era ora!”, laboratorio per bambini e bambine dai sei ai dieci anni portatori di culture diverse, curato da Cohabitation Strategies e Landscape Choreography (ideatori del programma Attivazioni Urbane da cui nasce questa iniziativa), in collaborazione con Associazione Genitori Calasanzio (Concilia Milano). Le attività iniziano ogni giorno alle ore 15 fino alle 19. In programma, giochi e laboratori artistici nei quali si potrà liberare la fantasia e raccontare la propria idea del mondo per immaginare il futuro.

Le giornate saranno dedicate a “la ginnastica del futuro” con Emanuele Braga, per scoprire come ci si saluta nel futuro e quali saranno i gesti che faremo inventando ogni giorno modi nuovi di comunicare con il corpo; “libri dal futuro” con Maddalena Fragnito e Gaia Giani, in cui giocando con le parole, la carta, la fotografia e le immagini, si costruiranno i libri che raccontano come sarà il nostro domani; “bikini e pants del futuro” con Serpicanaro, in cui si realizzeranno insieme, con stoffe luminescenti, i costumi da bagno per andare in piscina o al mare, e si trasformeranno le magliette di ogni giorno in fantastiche magliette da a­MARE.

Meraviglie per il giorno e per la sera: giovedì 28 luglio il pomeriggio e la serata sono all’insegna della condivisione, della scoperta e della degustazione di cibi con i piccoli in occasione di “Kidchen” (ingresso libero). Si potrà ascoltare buona musica, mentre i bambini assisteranno a letture, un concerto e un dj, tutti per loro. La serata si inserisce nel percorso “United Food of Milano” a cura di donpasta. Ne vedremo di tutti i colori, a cominciare dalle tagliatelle da preparare e assaggiare: si inizia alle ore 17.  Alle 19 si continua con un dj set a basso volume per tutti con degustazione della cena e le prelibatezze dello chef Massimo Cemolani. Alle 21 va in scena il concerto di “Musica da cucina”, un sound davvero particolare che unisce ai suoni e ai rumori dei fornelli e degli attrezzi da cucina le note di fisarmonica, chitarra e clarinetto (progetto di Fabio Bonelli). I bimbi sono stanchi? A cullarli ci pensa una bella storia della buonanotte nel pigiama party che si terrà in sala polivalente.

Nella stessa settimana, segnatevi tre date se siete appassionati di teatro e circo contemporaneo: il 26 luglio alle 19 Luca Tresoldi ci guida nel mondo della fantasia con il Circo Tresoldi: una performance piena di magia in cui tra numeri di giocoleria, verticali ed equilibrio su corda molle, sarà una sorpresa dietro l’altra. Il 29 luglio (ore 19) si potrà vedere La famosa invasione degli orsi in Sicilia, tratta da un racconto di Dino Buzzati, per bambini dai 5 anni. Infine, il 30 luglio – sempre alle 19 – arriva Ode alla vita, un momento adatto ai più piccini, dai 3 anni, e per tutti: un piccolo inno alla creazione e alla follia dell’arte; un omaggio ai bambini e alla loro straordinaria forza d’immaginazione ma anche alla vecchiaia e alla sua toccante poesia. Per questi ultimi tre appuntamenti il costo del biglietto è di 5 Euro, ridotto a 3 Euro fino ai 14 anni.

Per informazioni: www.maremilano.org

Foto: Gaia Giani

Salva

Valentina Colombo

Scrivere è tornare ogni volta sulla mia isola felice. Le parole che prendono forma su un foglio bianco sono una composizione magica. Così a un certo punto inizio a scrivere comunicati stampa e, dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, divento giornalista. Le mie ancora di salvezza nella vita quotidiana sono i libri e la cucina. Mi piacciono i contrasti, sono pigra ma curiosa, amo mettermi alla prova. Come ora, nel ricomporre l’immagine della mia Milano in cui sono nata e cresciuta.

No Comments Yet

Comments are closed