Passa sabato a Milano il Tram dell’innovazione

Siete pronti a salire sul tram del futuro?

Nell’ambito della Milano Digital Week, sabato 16 marzo prende il via la seconda edizione del Tram dell’innovazione. Un tour di 45 minuti che si snoda per le vie del centro di Milano a bordo di un Carrelli del 1928, lo storico mezzo simbolo della città meneghina con più di novant’anni alle spalle! Sono in programma dieci corse al giorno, dalle 9.15 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.15, con capolinea in piazza Fontana.

L’iniziativa è organizzata da Women&Tech, in partnership con SAP e Lenovo, con il sostegno di Here Technologies, Banca Generali, Ab medica, Nexi e in collaborazione con esperti di Università Campus Biomedico, Centro multidisciplinare di Chirurgia robotica Università di Pisa, Fondazione Bruno Kessler.

I cittadini potranno dialogare con esperti su quali servizi potranno offrire le smart cities, sulla realtà virtuale applicata ai processi di apprendimento. E poi la mobilità urbana, quella sostenibile, la digitalizzazione, l’intelligenza artificiale e la robotica in ambito sanitario e ospedaliero. 

Si tratta di temi che si ispirano al filo conduttore della Milano Digital Week, ovvero l’intelligenza urbana. Con questo concetto si intende la moltitudine di tecnologie e applicazioni che trasformano la città, il lavoro e le relazioni umane impattando sulla vita pubblica e privata dei cittadini, su tutti i servizi a loro dedicati e anche il contributo che i cittadini stessi, a partire dalle loro competenze ed esperienze, portano alla vita della comunità.

La partecipazione al Tram dell’innovazione è gratuita, previa registrazione qui

Valentina Colombo

Scrivere è tornare ogni volta sulla mia isola felice. Le parole che prendono forma su un foglio bianco sono una composizione magica. Così a un certo punto inizio a scrivere comunicati stampa e, dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, divento giornalista. Le mie ancora di salvezza nella vita quotidiana sono i libri e la cucina. Mi piacciono i contrasti, sono pigra ma curiosa, amo mettermi alla prova. Come ora, nel ricomporre l’immagine della mia Milano in cui sono nata e cresciuta.

No Comments Yet

Comments are closed