“Scendi, c’è il cinema!”: il grande schermo nei cortili del Giambellino

A Milano il cinema all’aperto raggiunge le periferie.

Conosciamo lo splendore dei cortili nascosti che la città custodisce preziosamente nel centro e nei suoi angoli più suggestivi. Ma la forza di Milano sta anche nella ricchezza dei suoi quartieri popolari dove le comunità compiono percorsi di partecipazione che permettono di realizzare iniziative come questa. “Scendi c’è il cinema” è l’iniziativa in programma questa estate nel quartiere Giambellino, zona sudovest in prossimità di Lorenteggio, fino al 20 luglio.

Le prossime proiezioni sono il 5, 6, 12, 13, 19 e 20 luglio alle ore 21:30 con ingresso gratuito in luoghi del quartiere come il Mercato Lorenteggio, la Biblioteca Lorenteggio e diversi cortili condominiali (Manzano 4, via Odazio 8), ecc.. C’è anche un aspetto gustoso: l’anguriata che precede la visione del film, alle 20:30 nelle serate in programmazione.

Organizzato da un gruppo di cittadini volontari della zona uniti nel Laboratorio di quartiere Giambellino Lorenteggio, “Scendi c’è il cinema” vuole creare senso di appartenenza nella comunità e stimolare il dialogo.

Il progetto del Laboratorio nasce nel 2012 in questo territorio a lungo abbandonato dalle istituzioni e dalle politiche. Il degrado presente però non toglie la voglia degli abitanti di resistere, di costruire reti di collaborazione e condivisione. Alla ricerca delle soluzioni per spazi di vita dignitosi, la rete locale crea proposte culturali di alta qualità, accessibili e gratuite per tutti. Con questo spirito è nato il progetto “Scendi c’è il Cinema” che da subito ha avuto un grande seguito.

Il programma completo è disponibile qui: www.scendiceilcinema.it

Valentina Colombo

Scrivere è tornare ogni volta sulla mia isola felice. Le parole che prendono forma su un foglio bianco sono una composizione magica. Così a un certo punto inizio a scrivere comunicati stampa e, dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, divento giornalista. Le mie ancora di salvezza nella vita quotidiana sono i libri e la cucina. Mi piacciono i contrasti, sono pigra ma curiosa, amo mettermi alla prova. Come ora, nel ricomporre l’immagine della mia Milano in cui sono nata e cresciuta.

No Comments Yet

Comments are closed