Un campus inglese nel cuore di Milano

Milano è una città che sorprende perché terreno fertile di idee innovative.

Sapevate che in città esiste un vero e proprio campus, ispirato alla tradizione didattica britannica? Si tratta della Andersen International School (viale Argonne – Città Studi), la prima e unica scuola privata internazionale a Milano ad avere Middle School e High School paritarie.

Una realtà che offre ai propri studenti un titolo di studio riconosciuto sia dal sistema nazionale britannico sia dal sistema nazionale italiano (MIUR), consentendo ai ragazzi di potersi iscrivere a qualsiasi realtà universitaria italiana o nel mondo.  

La struttura è in effetti unica nel suo genere e dispone di enormi spazi interni adibiti a classi, laboratori e luoghi ricreativi. Vi sono diverse palestre e mense, un auditorium e un teatro, a cui si aggiungono oltre 15 mila metri quadrati di parco. E’ qui che si apre un altro piccolo mondo fatto di campi da calcetto, pallavolo, basket e strutture per atletica, salto in lungo e corsa.

A volerne la realizzazione è stata Bianca Parravicini, la direttrice che nel 2001 ha dato vita a questo progetto didattico fondato su programmi britannici (British National Curriculum) portati avanti da insegnanti madrelingua inglesi. Ad oggi il campus conta 500 studenti iscritti di 40 nazionalità diverse. In 20 anni di attività, la scuola ha sempre cercato di rinnovarsi, per formare studenti capaci di stare al passo coi tempi in un mondo lavorativo a carattere sempre più internazionale. 

E i progetti di sviluppo non si fermano. Parravicini dice che “oltre a un parco di oltre 15.000 mq per svolgere all’aperto attività sportive, intervalli e ora anche alcune lezioni, stiamo ristrutturando una nuova ala della scuola che ospiterà altre sei classi. I campi estivi di queste settimane hanno consentito di valutare le migliori strategie di sicurezza sanitaria per arrivare preparati a settembre, mese in cui partirà anche la nuova offerta formativa per le scuole superiori”. Da questo autunno infatti, in affiancamento al liceo scientifico, sarà avviato il liceo linguistico con lezioni di francese e spagnolo tenute da insegnanti madrelingua.

L’insegnamento è chiaro: il fermento culturale e il carattere internazionale di Milano sono la culla di progetti come questo che guardano al futuro e investono nei giovani.

Valentina Colombo

Scrivere è tornare ogni volta sulla mia isola felice. Le parole che prendono forma su un foglio bianco sono una composizione magica. Così a un certo punto inizio a scrivere comunicati stampa e, dopo gli studi in Scienze della Comunicazione, divento giornalista. Le mie ancora di salvezza nella vita quotidiana sono i libri e la cucina. Mi piacciono i contrasti, sono pigra ma curiosa, amo mettermi alla prova. Come ora, nel ricomporre l’immagine della mia Milano in cui sono nata e cresciuta.

No Comments Yet

Comments are closed